NARCOS
Narcos

Uno dei motivi dietro al successo del fantastico mondo di Narcos, è da rintracciare nei personaggi che caratterizzano tutte e quattro le stagioni. Cattivi, spietati e pronti a tutto pur di raggiungere i loro loschi scopi, i protagonisti di Narcos sono tutti ispirati a personaggi realmente esistiti e le cui imprese malavitose hanno riempito le pagine di cronaca nera dell’ultimo trentennio.

Tra i più coinvolgenti, spicca senza dubbio il personaggio di Pablo Emilio Escobar. Probabilmente è proprio alla figura di Escobar che si deve il successo della serie tv da vedere su Netflix. Scopriamo insieme qualche curiosità su questo oscuro personaggio.

Narcos, Chi è Pablo Escobar? Chi lo interpreta?

Pablo Emilio Escobar è stato, per un decennio circa, l’unico e incontrastato signore della droga. Colombiano di nascita ha reso celebre in tutto il mondo il cartello di Medellin, suo paese natale. Tra gli anni ’80 e gli anni ’90 Escobar monopolizzò il mercato della droga, diventando peraltro, secondo la popolare rivista Forbes, uno degli uomini più ricchi del pianeta.

Nella famosa serie Netflix, è Wagner Moura a prestare volto e voce al signore della droga sudamericano. Anche Moura è del Sudamerica ma è brasiliano, essendo nato a Rodelas, città dello stato di Bahia. Laureatosi in giornalismo, ha cominciato la sua carriera di attore in produzioni brasiliane per arrivare al successo nel 2015, grazie al ruolo di Escobar in Narcos.

Tra le cose più curiose da sapere, una riguarda la lingua: a Moura molti non hanno perdonato lo spagnolo meno puntuale e preciso di quello di Escobar. Ovviamente Moura, essendo brasiliano, è madrelingua portoghese: lo sforzo che ha fatto, per imparare una nuova lingua e un nuovo modo di parlare, è comunque più che apprezzabile.

Narcos, il figlio di Pablo Escobar contro Netflix

La serie tv, che al suo interno nasconde tante altre curiosità, non è piaciuta a tutti. Tra i più scettici spicca, senza dubbio, Sebastian Marroquin, al secolo Juan Pablo Escobar.

Marroquin, che da sedicenne scappò in Argentina cambiando identità, ha criticato la produzione, rea di creare una sorta di mitologia del padre (da cui lui ha preso le distanze). Inoltre lo stesso ha condannato Netflix per una serie di inesattezze: dalla squadra di calcio per cui tifava il padre alla leggenda, che tale sembrerebbe essere, dei due milioni di dollari bruciati per far scaldare la figlia.

Come morì realmente Pablo Escobar?

Marroquin non ha risparmiato critiche a Narcos nemmeno per la fine dell’epopea del padre Pablo. In particolare ha contestato la scena finale della seconda stagione, quella che ritrae la morte del potente narcotrafficante. Dalla serie Netflix Escobar viene ripetutamente colpito e infine si accascia, morto, al suolo.

Secondo il figlio, invece, a seguito della fuga ormai fallita, Escobar si sarebbe autonomamente tolto la vita con un colpo di pistola, appositamente conservato, dietro l’orecchio. La verità, probabilmente, non verrà mai a galla del tutto.

Fonte immagine: Telefilm Central

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.